Airbnb chiude gli uffici del Customer Care a Barcellona

Airbnb chiude gli uffici del Call Center di Barcellona, risolvendo in contratto con la CPM. 800 ragazzi perdono il posto di lavoro

Come riportato dai quotidiani spagnoli, Airbnb chiude gli uffici del Customer Care a Barcellona rivolvendo il contratto che aveva con la CPM. Airbnb aveva dato in appalto la gestione del Customer Care alla CPM. Nel call center 800 ragazzi erano impiegati esclusivamente per soddisfare le richieste di host e turisti e che da domani non avranno più un lavoro. Come spiegato in un breve comunicato, Airbnb specifica che la la decisione riguarda solo i lavoratori CPM, non i lavoratori Airbnb.

Airbnb dichiara inoltre che la società “deve adattarsi quando le situazioni cambiano”. La decisione arriva in seguito della crisi causata dal Covid-19. Situazione analoga in Irlanda, dove l’azienda non chiude gli uffici ma il personale è stato ridotto al 60%. Voci di corridoio parlano anche di altri uffici in Europa, ma non c’è nulla di ufficiale per ora.

 

CPM outsourcing

 

CPM è un’azienda di outsourcing che ha sedi in tutto il mondo e il cui quartier generale si trova Barcellona. Spazia su diverse tipologie di servizi e ha un portafoglio clienti piuttosto vario. Dall’automotive ai servizi finanziari sino ad arrivare ai servizi turistici. Negli ultimi 2 anni il peso di Airbnb è cresciuto notevolmente occupando gran parte dell’organico di CPM.

L’ufficio di Barcellona, nel quartiere di Sagrera, era uno dei più grossi grossi in Europa ed era dedicato a Airbnb. Inaugurato nel 2018, era in grado di servire i clienti di Airbnb in nove lingue diverse.

Mentre su un fronte Airbnb si impegna a supportare gli host creando appositi fondi a loro supporto, sull’altro la società si trova difronte a una pesante riorganizzazione interna per fare fronte a una crisi che colpisce in particolar modo il settore del turismo e dell’ospitalità.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.