Fiumicino vuole diventare il primo aeroporto con servizio di aerotaxi al mondo.

Sembra di essere nel futuro e suona pure strano siccome riguarda l’Italia, eppure il primo aeroporto con servizio di aerotaxi al mondo potrebbe essere quello di Fiumicino.

Il progetto coinvolge l’aeroporto Leonardo da Vinci e la tedesca Volocopter, azienda specializzata nella urban air mobility – UAM. L’obiettivo è di collegare l’aeroporto con il centro di Roma con un tempo di viaggio di 15 minuti e zero emissioni.

 

VoloCity: l’aerotaxi del futuro

 

Il mezzo, realizzato da Volocopter, è il VoloCity. A inizio Novembre era esposto a Roma in Piazza San Silvestro. Si tratta di un aerotaxi a propulsione elettrica che potrà portare, nella fase iniziale, due persone compreso il guidatore. E’ in fase di progetto un sistema di guida autonoma. La sua velocità media sarà di 110 km/h e la tariffa per la tratta aeroporto-centro di Roma ammonterà a € 150.
Sono previsti dei “vertiporti” in diverse località di Roma. Si tratta di stazioni di decollo verticale che permettono il decollo e l’atterragio di VoloCity.
I tempi previsti per la realizzazione dei vertiporti e la regolazione di volo sono di 3 anni.

L’intero progetto nasce dalla collaborazione fra Aeroporti di Roma, Atlantia e Volocopter. Ricordiamo che Atlantia figura sia come azionista di Aeroporti Roma sia come investitore in Volocopter.

 

I tre partner

 

Volocopter è un’azienda tedesca attiva da ormai dieci anni nel settore della UAM. Si dice che il suo approccio sia di tipo olistico. Si occupa di tutti gli aspetti dell’ecosistema UAM quindi: realizzazione dei velivoli, gestione operativa, infrastruttura digitale e VoloIQ.

Aeroporti Roma è stato votato come il miglior aeroporto da ACI Europe per tre anni consecutivi. Ha tra le sue linee strategiche di business la sostenibilità per creare valore economico, sociale e ambientale.

Atlantia è una holding italiana attiva nel settore delle infrastrutture autostradale e aeroportuali e dei servizi legati alla mobilità. E’ azionista di Aeroporti di Roma e Aéroports de la Côte d’Azur. A Marzo 2021 ha investito in Volocopter insieme ad altre aziende tra cui BlackRock, Japan Airlines, Continental e NTT.

 

Soluzioni innovative per la mobilità

 

Un anno fa avevamo parlato del prototipo di aerotaxi sviluppato da Uber e Hyundai e presentato al Ces 2020. Oggi le idee legate alla urban air mobility sembrano prendere sempre più piede nel mondo. Volocopter ha addirittura già testato nel 2017 un volo di guida autonoma a Dubai.

Il progetto su Fiumicino accelererebbe ulteriormente lo sviluppo della UAM. Di solito il tempo medio di percorrenza della tratta Fiumicino e centro Roma, al netto di traffico, incidenti e lavori stradali, è di circa 45 minuti. Con Volocopter i tempi si riducono di due terzi.
Diventando il primo aeroporto con servizio di aerotaxi al mondo si aggiungerebbe un ulteriore tassello al tasso di innovazione del Leonardo da Vinci che è riconosciuto come uno degli aeroporti più innovativi e sostenibili d’Europa

Marco Troncone, Amministratore Delegato di Aeroporti di Roma, intervistato da Teleborsa, afferma : “Siamo orgogliosi di contribuire a plasmare il futuro in collaborazione con Volocopter, uno degli sviluppatori più avanzati per questo nuovo tipo di velivolo e di servizio: questa partnership testimonia l’impegno di ADR verso la sostenibilità e l’innovazione e anche la nostra volontà di essere pionieri nel progettare la mobilità intelligente del futuro su queste premesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *