Noleggio a lungo termine cresce ma a ritmo più blando

Il noleggio a lungo termine nel III trimestre continua a crescere ma rallenta il ritmo. Il noleggio a breve aumenta le immatricolazioni ma decisiva risulta la pressione dei Costruttori.

Il NLT – noleggio a lungo termine registra un andamento positivo. Secondo i dati di Dataforce, al termine del III trimestre, sono state immatricolate 224.920 veicoli da inizio anno contro i 202.406 del periodo corrispondente nel 2016 segnando quindi un incremento del 11,11 %.

Al termine dei primi 2 trimestri del 2017, la tendenza era di un crescita del 19,38%. Assistiamo, pertanto, a un rallentamento di crescita del comparto, pur mantenendo positivo il trend. Il rallentamento è testimoniato anche dal confronto fra Settembre 2016 e Settembre 2017 dove, con 26.637 veicoli immatricolati, la crescita registrata è del 3,20%.

 

Rallentano  di poco i big che rappresentano il 73,90% del mercato Noleggio a lungo termine

 

 

A differenza dei trimestri scorsi, assistiamo al sorpasso di ALD su Leasys. Il market share si presenta con ALD al 21,8%, Leasys al 20,8%, Arval al 17,2% e Leaseplan al 13,9%. I primi 4 operatori detengono il 73,90% contro il 76,30% registrato nel primo trimestre 2017 (vedi articolo). Se analizziamo nel dettaglio a rallentare sono Leasys -1,5% e  soprattutto Arval -4,3%, mentre ALD ha confermato con costanza la sua crescita registrando un +2,7%.

In generale nel noleggio a lungo termine assistiamo a un mutamento fra i diversi operatori. Se analizziamo la flotta anno su anno vediamo come Leasys abbia, sino a ad oggi, variato di poco la propria flotta con +3,8%. Arval ha diminuito consistentemente le immatricolazioni con -11,00%.  ALD, invece, ha decisamente investito aumentandola del 27,1%. Ciò però che fa impressione sono gli incrementi di flotta di aziende nei segmenti inferiori. Addirittura Renault aumenta del 105,5%, SIFA del 107,30% e PSA del 248,20%.

Per PSA possiamo notare come l’incremento indichi una mossa a livello commerciale e di investimento nel noleggio a lungo termine. La flotta per i primi 9 mesi nel 2016 era di 749 contro 2608 dello stesso periodo nel 2017.

 

Noleggio a breve termine

 

 

Il noleggio a breve termine registra per i primi 9 mesi dell’anno 158.007 immatricolazioni contro le 133.067 del 2016 con un aumento del 18,70% accelerando la crescita del 13,97 dei primi 6 mesi.

A Settembre 2017 le immatricolazioni sono state di 10.163 unità contro le 5.948 del Settembre 2016 registrando un anomalo +70,9%.

Storicamente, sul mercato NLB, Settembre non è un mese particolarmente ricco di immatricolazioni. Quest’anno a influenzarne l’andamento è stata la pressione commerciale dei Costruttori, come successo nei mesi scorsi sui concessionari a far targare Km Zero.

 

I big player raggiungono un punto di equilibrio, i piccoli ,invece crescono

 

 

In generale Avis che è anche proprietaria di Maggiore detiene il primato assoluto in termini di flotta con 46.393 veicoli con un aumento del 8,9% rispetto al 2016 ma con una diminuzione del 2,7% del market share.

Hertz con 32.810 veicoli e Europecar 13.662 mantengono pressoché invariata la loro flotta rispetto al 2016 ma anche in questo caso vedono calare il market share rispettivamente del 4,2% e 1,3%.

L’andamento dei primi 9 mesi vede quindi un leggero calo di market share per i big player a dispetto di un leggero aumento per operatori più piccoli. Rent a car Italy e Sixt crescono rispettivamente del 1,3% e 1,6% e  in termini di  flotta hanno registrato un aumento del 64,6%  e 87,7% a dimostrazione di come i piccoli stiano conquistando nuove fette di mercato.

 

 

 

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *